ARBUSTI: Rosaceae
Prunus spinosa L.
   subsp.
spinosa

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Rosaceae

Nomi italiani: Prugnolo, Pruno selvatico, Pruno spinoso

Nomi sardi: Annàgiu, Pronitza, Prugnola, Pruna aresti, Prunitza, Prunitzedda, Prunixedda

Periodo di fioritura: II-V

Habitat: cespuglieti, siepi, macchie, margini dei boschi


Descrizione: arbusto caducifoglio alto fino a 4 m ramificato fin dalla base, con rami intricati bruno-rossastri; rami laterali brevi e spinosi; foglie brevemente picciolate a lamina da ellittica a più o meno rombica con apice acuto, margine crenato o denticolato; fiori bianchi, del diametro di circa 1 cm, isolati o a gruppi di 2-3 su corti peduncoli; i frutti sono drupe blu-nerastre di sapore acidulo, del diametro di 10-15 mm, ricoperte da una pruina biancastra; la maturazione avviene in ottobre-novembre.

Durante la copiosa fioritura, che precede l’emissione delle foglie, il Pruno selvatico potrebbe essere confuso con il Biancospino comune (Crataegus monogyna) che presenta fiori molto simili, tuttavia in quest’ultimo la fioritura avviene dopo la fogliazione.




Prunus spinosa, Prugnolo, Pruno selvatico, Annagiu, Pronitza, Prugnola, Pruna aresti, Prunitza, Prunitzedda, Prunixedda

Prunus spinosa subsp. spinosa e, sotto, dettaglio dei frutti




Prunus spinosa, Prugnolo, Pruno selvatico, Annagiu, Pronitza, Prugnola, Pruna aresti, Prunitza, Prunitzedda, Prunixedda

INDIETRO