ARBUSTI: Ericaceae
Erica scoparia L.
   subsp. scoparia

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Ericaceae

Nomi italiani: Erica da scope, Scopa, Scopa gentile, Scopiglio

Nomi sardi: Castagnarza, Castanàrgiu, Iscoparzu, Kastagnazza, Salina, Scopa era, Scopa fèmina, Scova, Tùvara, Tùvara fèmina

Periodo di fioritura: V-VI

Habitat: macchie, garighe


Descrizione: arbusto alto 50-150 cm con numerosi fusti eretti e legnosi a corteccia bruna; rami giovani glabri con la corteccia di colore bruno chiaro e screpolature o placche argentine; foglie rigide lunghe 4-5 mm e larghe circa 1 mm, revolute al margine; fiori in racemi con corolla campanulata bianco-verdastra; antere prive di appendice incluse nella corolla; frutto capsula.

Spesso confusa con la più comune Erica da ciocco (Erica arborea), dalla quale si differenzia soprattutto per la taglia più modesta e per i giovani rami privi di lanugine.
I rami di questa specie vengono tagliati e utilizzati per fare rudimentali e resistentissime scope, mentre dal legno si ricava un ottimo carbone.










a lato: particolare dei fiori
Erica scoparia, Erica da scope, Scopa gentile, Castagnarza, Castanargiu, Iscoparzu, Kastagnazza, Salina, Scopa era, Scopa femina, Scova, Tuvara, Tuvara femina

Erica scoparia subsp. scoparia



Erica scoparia, Erica da scope, Scopa gentile, Castagnarza, Castanargiu, Iscoparzu, Kastagnazza, Salina, Scopa era, Scopa femina, Scova, Tuvara, Tuvara femina

INDIETRO