ERBE: Caryophyllaceae
Silene gallica L.
Sinonimi: Silene quinquevulnera L.; Silene anglica L.

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Caryophyllaceae

Nomi italiani: Silene gallica

Nomi sardi: Granu de pèbaru, Granu de pèvaru, Gravellinu, Nieddone

Periodo di fioritura: IV-VII

Habitat: incolti, prati, pascoli


Descrizione: pianta erbacea annuale alta fino a 50 cm con fusti eretti o ascendenti vischiosi e provvisti di setole patenti; foglie opposte, le inferiori spatolate lunghe fino a 3 cm, quelle superiori ridotte, spatolato-lineari, pubescenti; fiori ermafroditi in numero variabile da 5 a 10 normalmente disposti unilateralmente sullo stesso asse (monocasio), con brattee fogliacee di 7-10 mm; calice piriforme con evidenti nervature longitudinali e denti lesiniformi, ghiandoloso e ricoperto di peli; corolla con 5 petali interi o dentati alla sommità, rosei o volgenti al bianco, talora macchiati di rosso; frutto capsula ovoide contenente semi finemente rugosi.

Specie comune con areale confinato alle zone dell’Europa mediterranea; è presente in tutto il territorio italiano e vegeta negli incolti, pascoli e zone sabbiose dal piano fino a 1000 m di altitudine.



Silene gallica, Granu de pevaru, Granu de pebaru, Gravellinu, Nieddone





Silene gallica, Granu de pevaru, Granu de pebaru, Gravellinu, Nieddone

Silene gallica





a lato: l'infiorescenza

INDIETRO