ERBE: Dryopteridaceae
Polystichum setiferum (Forssk.) T. Moore ex Woyn.
Sinonimi: Dryopteris setifera (Forsskal) Woynar; Polystichum angulare (Kit.) C. Presl

Divisione: Pteridophyta

Famiglia: Dryopteridaceae

Nomi italiani: Felce maschia minore, Felce setifera

Periodo di sporificazione: VI-VIII

Habitat: boschi umidi, forre


Descrizione: pianta perenne provvista di rizoma corto e spesso; fronde fascicolate bipennatosette, lunghe 30-120 cm con la rachide molto squamosa; lamina da oblungo-lanceolata a triangolare-allungata con stipite breve, robusto e squamoso; pinne numerose strettamente lanceolate, pinnule in gran parte auricolate alla base, denticolato-spinulose, con denti acuti e mucronati; i sori sono orbicolari e disposti in doppia fila sulla faccia inferiore delle pinnule.

La Felce setifera, cosiddetta per le numerose squame setolose che ricoprono lo stipite e la rachide, nonché per la lunga seta presente all’apice delle pinnule, è una pianta frequente in Sardegna nelle zone submontane e montane in prossimità di ruscelli, nei boschi e forre, in luoghi prevalentemente umidi.










Polystichum setiferum, Felce maschia minore, Felce setifera

Polystichum setiferum




sotto: giovane germoglio

Polystichum setiferum, Felce maschia minore, Felce setifera

INDIETRO