ERBE: Apiaceae
Magydaris pastinacea (Lam.) Paol.
Sinonimi: Magydaris tomentosa (Desf.) DC.

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Apiaceae

Nomi italiani: Basilisco, Basilisco pseudo carota

Nomi sardi: Fèrula màsciu, Fèrula màscrina, Feruledda 'e casu, Feruledda 'e colorus, Feruloni, Feurra budra, Feurra folla lada, Feurratzu, Folla de Santu Nicolau

Periodo di fioritura: V-VI

Habitat: terreni incolti, garighe


Descrizione: pianta erbacea perenne alta fino a 2 m con fusto eretto e cilindrico, ramoso nella porzione superiore, leggermente striato, per lo più glabro o talvolta sparsamente pubescente; foglie coriacee di colore verde scuro di sopra, inferiormente grigio-tomentose, quelle basali lunghe fino a 1 m, intere o divise in 3-7 lobi profondi ovato-oblunghi e crenati, le cauline con 3-5 segmenti ovati; ombrelle a 40-50 raggi lunghi fino a 10 cm con diametro di 2-3 mm; brattee lanceolate, acute, lunghe fino a 5 cm, bratteole più corte lineari-lanceolate; fiori bianchi con petali lunghi circa 2 mm;  il frutto è un polachenario di circa 5 mm densamente villoso.

Indifferente al substrato, è una specie comune in Sardegna presente negli incolti, garighe e bordi delle strade. È una pianta imponente, tra le più alte fra le ombrellifere, alla massima fioritura le sue bianche ombrelle si presentano quasi sferiche mentre le sue grandi foglie basali sono sovente già seccate.








sotto: i frutti del Basilisco, ed a lato, l'ombrella

Magydaris pastinacea, Basilisco, Ferula masciu, Feurra budra
Magydaris pastinacea, Basilisco, Ferula masciu, Feurra budra

Magydaris pastinacea



Magydaris pastinacea, Basilisco, Ferula masciu, Feurra budra


INDIETRO