ERBE: Primulaceae
Lysimachia arvensis (L.) U. Manns & Anderb.
   subsp.
arvensis

Sinonimi: Anagallis arvensis L. subsp. arvensis

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Primulaceae

Nomi italiani: Bellichina, Centocchio dei campi, Centonchio dei campi, Mordigallina

Nomi sardi: Erba de feridas, Erba de puddas, Erba santa, Puddina

Periodo di fioritura: IV-X

Habitat: orti, campi incolti, garighe


Descrizione: pianta erbacea annuale a portamento prostrato con fusti a sezione quadrangolare; foglie opposte, sessili, ovato-lanceolate; fiori solitari su peduncoli di 8-12 mm posti all’ascella delle foglie superiori, corolla rosso mattone, azzurra o raramente rosa pallido; frutto capsula sferica.

Altre specie molto simili e facilmente confondibili presenti in Sardegna, sono Lysimachia foemina (Mill.) U. Manns & Anderb. = Anagallis foemina (Mill.) e Lysimachia monelli = Anagallis monelli L., comunemente note rispettivamente come Centonchio azzurro e Centonchio di Monnellus.
Attenzione: sono presenti nella pianta alcuni princípi attivi tossici; è rifiutata dagli animali domestici ad eccezione delle galline.




Lysimachia arvensis, Bellichina, Centocchio dei campi, Centonchio, Mordigallina, Erba de feridas, Erba de puddas, Erba santa, Puddina






Lysimachia arvensis, Bellichina, Centocchio dei campi, Centonchio, Mordigallina, Erba de feridas, Erba de puddas, Erba santa, Puddina

Lysimachia arvensis subsp. arvensis


















a lato: le corolle con diverse colorazioni

INDIETRO