ERBE: Caprifoliaceae
Dipsacus ferox Loisel.
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Caprifoliaceae
 
Nomi italiani: Scardaccione spinosissimo

Nomi sardi: Aldu candela, Ariedda, Cardu aresti

Periodo di fioritura: VI-VIII

Habitat: terreni incolti, bordi delle strade


Descrizione: pianta erbacea biennale, alta 1-3 m, con fusto eretto munito di robuste spine; foglie opposte, lobate o partite, provviste di spine anche sul margine; fiori tubulosi bianchi, talvolta rosei, riuniti in capolini ovoidi circondati da lunghe brattee spinose; frutto achenio.

Simile allo Scardaccione spinosissimo, e presente in Sardegna nello stesso habitat, è lo Scardaccione selvatico (Dipsacus fullonum L. = Dipsacus sylvester Huds.) che differisce dal primo soprattutto per avere il margine delle foglie privo di spine.



Dipsacus ferox, Scardaccione spinosissimo, Ariedda, Aldu candela
Dipsacus ferox, Scardaccione spinosissimo, Ariedda, Aldu candela

Dipsacus ferox












a lato: il capolino

INDIETRO