ERBE: Primulaceae
Cyclamen repandum Sm.
   subsp.
repandum

Sinonimi: Cyclamen vernale O. Schwartz, non Mill.; Cyclamen vernum Rchb.

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Primulaceae

Nomi italiani: Ciclamino primaverile, Ciclamino selvatico, Panporcino

Nomi sardi: Ciclaminu aresti, Cuccheddu, Fae de porcus, Lepureddu sposu, Pane de sirboni, Paneporcu 

Periodo di fioritura: IV-V

Habitat: leccete e macchie


Descrizione: pianta erbacea perenne provvista di un tubero rotondeggiante, appiattito ai poli, con le radici inserite al centro della faccia inferiore; foglie glabre, di sopra verde scuro screziate di chiaro, la pagina inferiore generalmente verde pallido; scapi uniflori lunghi 10-20 cm ripiegati all’apice con il fiore purpureo o viola chiaro diviso in lacinie riflesse verso l’alto; frutto capsula globosa.

Molto simile e raro in Sardegna è Cyclamen hederifolium Aiton subsp. hederifolium (= C. neapolitanum Ten.) che si differenzia soprattutto per la crescita autunnale e per le lacinie della corolla provviste di due orecchiette alla base, inoltre in questa specie le radici si inseriscono nel tubero solo nella metà superiore.
Attenzione: entrambe le specie citate sono velenose per l’uomo e per gli animali domestici per la presenza di princípi attivi tossici nel fiore e nel tubero, sebbene quest’ultimo fosse talvolta usato per le sue proprietà purgative e vermifughe.



Cyclamen repandum, Ciclamino primaverile, Panporcino, Cuccheddu, Pane de sirboni, Paneporcu, Lepureddu sposu




Cyclamen repandum, Ciclamino primaverile, Panporcino, Cuccheddu, Pane de sirboni, Paneporcu, Lepureddu sposu

sopra ed a lato: Cyclamen repandum subsp. repandum

INDIETRO