ERBE: Ranunculaceae
Anemone palmata L. 
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Ranunculaceae

Nomi italiani: Anemone palmata

Nomi sardi: Anèmuni, Nèmula, Nèmula aresti groga

Periodo di fioritura: II-V

Habitat: incolti aridi, prati


Descrizione: pianta erbacea perenne alta 10-30 cm provvista di rizoma tuberoso; fusto eretto e pubescente; foglie basali coriacee, picciolate, con lamina suborbicolare o reniforme con 3-5 lobi ottusi o dentati, le cauline con lacinie saldate alla base formanti un verticillo; fiori solitari con 10-15 tepali petaloidi gialli e sericei, gli esterni spesso arrossati di sotto; stami numerosi con antere gialle; i frutti sono acheni lanosi o pubescenti.

Specie definita rara presente in Italia nelle sole regioni Sicilia e Sardegna; vegeta nei luoghi incolti erbosi dal livello del mare fino a 500 m di altitudine.
Attenzione: tutte le specie di questo genere, comprese quelle coltivate, sono velenose poiché contengono sostanze caratterizzate da una elevata tossicità.




Anemone palmata, Anemone palmata, Anemuni, Nemula, Nemula aresti groga






Anemone palmata, Anemone palmata, Anemuni, Nemula, Nemula aresti groga

sopra ed a lato: Anemone palmata

INDIETRO