PIANTE ENDEMICHE: Scrophulariaceae
Verbascum conocarpum Moris
   subsp. conocarpum

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Scrophulariaceae

Nomi italiani: Verbasco di Sardegna

Nomi sardi: Cadumbu, Trovodda

Periodo di fioritura: V-VII

Habitat: luoghi aperti, detriti, garighe, zone rocciose


Descrizione: pianta erbacea biennale o talvolta perenne alta fino a 120 cm con fusto semplice o raramente ramoso, fioccoso-tomentoso; foglie basali picciolate, ovato-spatolate con margine irregolarmente crenato, le cauline ridotte ed acuminate all’apice, gradualmente sessili e brevemente amplessicauli; infiorescenza racemosa con fiori di 15-18 mm brevemente peduncolati, riuniti in fascetti ma talvolta solitari all’apice; corolla gialla tomentosa esternamente e glabra all’interno, filamenti degli stami porporini, i 3 brevi glabri alla base poi con densa peluria rosso-violacea, i 2 più lunghi con peli radi solo nella zona mediana, antere gialle reniformi; il frutto è una capsula ovato-conica lunga 8-12 mm.

È una pianta endemica della Sardegna, Corsica e dell’Isola di Montecristo.




Verbascum conocarpum, Verbasco di Sardegna, Cadumbu, Trovodda

sopra: i frutti

Verbascum conocarpum, Verbasco di Sardegna, Cadumbu, Trovodda

Verbascum conocarpum subsp. conocarpum




sotto: i fiori

Verbascum conocarpum, Verbasco di Sardegna, Cadumbu, Trovodda

INDIETRO