PIANTE ENDEMICHE: Iridaceae
Romulea requienii Parl.
Sinonimi: Trichonema requienii (Parl.) Marsilly; Bulbocodium requienii (Parl.) Kuntze; Romulea linaresii Parl. var. requienii (Parl.) Fiori

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Iridaceae

Nomi italiani: Zafferanetto, Zafferanetto di Requien

Periodo di fioritura: II-IV

Habitat: prati umidi


Descrizione: pianta perenne alta 3-10 cm provvista di un bulbo piriforme di 5-10 mm avvolto da tuniche coriacee di colore bruno chiaro; foglie superanti decisamente lo scapo, lineari, semicilindriche, solcate longitudinalmente; scapo talvolta ramificato con 1-3 fiori; perigonio lungo 2-3 cm blu-violaceo scuro uniforme, fauce generalmente concolore, talvolta più chiara, lacinie lanceolato-spatolate, ottuse o talvolta acute, stami leggermente più corti del perigonio, polline giallo intenso, stilo biancastro normalmente sporgente dalle antere, trifido all’apice e con ogni ramificazione bifida; frutto capsula loculicida contenente numerosi semi bruno-rossastri minutamente tubercolati.

Endemita tirreniano comune in Corsica, Sardegna e relative isole.
Rinvenuta da A. Chiarugi nel 1928 in Toscana presso Castiglioncello (LI) e poi distinta come var. etrusca Chiarugi (1928;1929), sembra non essere stata più raccolta in tempi recenti (Pignatti, 1982 - Diana-Corrias, 1983).





Romulea requienii, Zafferanetto, Z. di Requien




Romulea requienii, Zafferanetto, Z. di Requien

sopra ed a lato: Romulea requienii




INDIETRO