PIANTE ENDEMICHE: Linaceae
Linum muelleri Moris
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Linaceae

Nomi italiani: Lino di Müller

Nomi sardi: Linu aresti

Periodo di fioritura: V-VII

Habitat: discariche minerarie consolidate, ambienti ghiaiosi, garighe


Descrizione: pianta perenne suffruticosa alta fino a 50 cm o raramente oltre con fusti sottili diffuso-ascendenti e leggermente scanalati, legnosi alla base e cosparsi di brevi peli arricciati; foglie sessili, alterne, lunghe fino a 15 mm e glaucescenti, da ovali-lanceolate a lineari-lanceolate, cigliate sul margine; pagina inferiore con evidente nervatura mediana talvolta cigliata; foglie inferiori raramente opposte; infiorescenze in lassi corimbi terminali; calice con 5 sepali ovato-acuti lunghi 3-4 mm; corolla gialla con 5 petali lunghi fino a 17 mm esternamente aranciati nella prima fase di crescita; stimmi capitati; il frutto è una capsula globosa di 3-4 mm.

Specie endemica della Sardegna, esclusiva del territorio dell’Iglesiente, ritrovata finora solo in pochissime stazioni.
È una pianta inserita nelle categorie IUCN (the International Union for Conservation of Nature) come EN (ENDANGERED) = MINACCIATA, considerata ad elevato rischio di estinzione in natura.




Linum muelleri, Lino di Müller, Linu aresti






Linum muelleri, Lino di Müller, Linu aresti

sopra ed a lato: Linum muelleri




INDIETRO