PIANTE ENDEMICHE: Plantaginaceae
Linaria arcusangeli Atzei & Camarda
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Plantaginaceae

Nomi italiani: Linajola dell’Arco dell’Angelo

Nomi sardi: Angolieddas, Angòlia, Angòlias, Angùlias, Angùlis, Bucchixedd’e lioni

Periodo di fioritura: VI-VII

Habitat: rupi granitiche, spaccature delle rocce


Descrizione: pianta perenne cespitosa, alta fino a 60 cm,  con fusti lignificati alla base e rami d’annata erbacei; foglie lineari, ottuse all’apice, lunghe fino a 40 mm e larghe 1-3 mm, più lunghe nella parte mediana del fusto e disposte in verticilli di 4-6 nella porzione basale; racemi lunghi 8-15 cm con 2-10 o più fiori rosa-violacei lunghi 14-18 mm, corolla glabra o con radi peli, labbro superiore smarginato o diviso in due lobetti eretti e ottusi, labbro inferiore con 3 lobi subeguali, tubo corollino più lungo del calice, sperone conico di 6-8 mm, dritto o leggermente arcuato; calice di 3-4 mm, con 5 denti lanceolati, sostenuto da un  breve peduncolo munito di brattea subeguale; frutto capsula globosa di 5-6 mm.

Specie endemica della Sardegna. È una pianta eliofila che vegeta nelle nicchie e spaccature delle rocce granitiche presso l’Arco dell’Angelo (CA), ma recentemente ritrovata anche in altre località del Sarrabus e del Sulcis.







sotto: il fiore e il calice

Linaria arcusangeli, Linajola dell’Arco dell’Angelo, Angolieddas, Angolia, Angolias, Angulias, Angulis, Bucchixedd’e lioni





a lato: i frutti


Linaria arcusangeli, Linajola dell’Arco dell’Angelo, Angolieddas, Angolia, Angolias, Angulias, Angulis, Bucchixedd’e lioni

Linaria arcusangeli




Linaria arcusangeli, Linajola dell’Arco dell’Angelo, Angolieddas, Angolia, Angolias, Angulias, Angulis, Bucchixedd’e lioni

INDIETRO