ARBUSTI: Adoxaceae
Viburnum tinus L.
   subsp.
tinus
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Adoxaceae

Nomi italiani: Laurotino, Lentàggine, Viburno

Nomi sardi: Melajana, Miliana, Rùbia de padenti, Sambucu areste

Periodo di fioritura: XII-VI

Habitat: ambienti freschi, leccete, macchia mediterranea


Descrizione: pianta arbustiva sempreverde alta fino a 5 m con corteccia grigiastra, verde-purpurea nei giovani rami; foglie opposte, coriacee, a lamina ovato-ellittica ed acute all’apice, margine intero, pagina superiore di colore verde scuro lucente, quella inferiore leggermente tomentosa; fiori bianco-rosati disposti in corimbi terminali; i frutti sono drupe ovoidali di 4-6 mm, di colore blu metallico, nerastre a maturità.

La pianta, spontanea nell’areale mediterraneo, vegeta nei luoghi freschi o comunque non eccessivamente aridi, si incontra prevalentemente nelle leccete o associata ad altre piante tipiche della macchia mediterranea, tra le quali l’Erica, il Corbezzolo e la Fillirea.
È spesso utilizzata come pianta ornamentale per la copiosa e duratura fioritura, nonché per il colore verde brillante delle sue foglie.




a lato: i frutti
Viburnum tinus, Lentaggine, Viburno, Melajana, Miliana, Rubia de padenti, Sambucu areste

fiori di Viburnum tinus subsp. tinus



Viburnum tinus, Lentaggine, Viburno, Melajana, Miliana, Rubia de padenti, Sambucu areste

INDIETRO