ARBUSTI: Lamiaceae
Rosmarinus officinalis L.
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Lamiaceae

Nomi italiani: Osmarino, Ramerino, Rosmarino, Smarino

Nomi sardi: Ispìcu, Romasinu, Zìppiri

Periodo di fioritura: a seconda delle condizioni climatiche e geografiche: tra III e VII nelle zone interne; tra X e II nelle aree costiere

Habitat: macchie e garighe


Descrizione: arbusto sempreverde con odore aromatico, alto 30-100 cm (talora fino a 2 m), a portamento cespuglioso; foglie strettamente lineari con il margine ripiegato verso il basso, lucide e di colore verde scuro sulla pagina superiore, bianco-tomentose di sotto; fiori di colore azzurro-violetto, lilla o raramente bianco, in brevi racemi ascellari; frutto tetrachenio.

Il Rosmarino, conosciuto e utilizzato fin dall’antichità come pianta aromatica e medicinale, vegeta spontaneo in Sardegna; di uso frequente in cucina per insaporire arrosti e condimenti, è spesso coltivato e impiegato per formare siepi e bordure.







a lato: i fiori
Rosmarinus officinalis, Osmarino, Rosmarino, Smarino, Ispicu, Romasinu, Zippiri

Rosmarinus officinalis

 

Rosmarinus officinalis, Osmarino, Rosmarino, Smarino, Ispicu, Romasinu, Zippiri

INDIETRO