ARBUSTI: Asteraceae
Castroviejoa montelinasana (Em. Schmid) Galbany & al. PIANTA ENDEMICA
Sinonimi: Helichrysum montelinasanum Em. Schmid

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Asteraceae

Nomi italiani: Elicriso del Monte Linas, Perpetuini del Monte Linas

Periodo di fioritura: V-VII

Habitat: rupi granitiche


Descrizione: pianta suffruticosa dall’aspetto di un piccolo cespuglio alto 5-15 cm, con fusti prostrato-ascendenti ricoperti da una rada ragnatelosità nella parte basale ma glabrescenti nella porzione superiore; foglie inferiori piccole, lunghe 2-3 mm, da ovali a oblanceolate, ricoperte su entrambe le facce da una peluria ragnatelosa bianco-argentina e portanti all’ascella un getto di piccolissime foglie subembricate; foglie superiori lineari-acute lunghe 10-12 mm, eretto-patenti ma appressate al fusto in alto ed avvolgenti l’involucro del capolino per circa 2/3 o talvolta interamente; capolini apicali solitari lunghi 1 cm, con un diametro di 10-15 mm, provvisti di numerose brattee involucrali interne ed esterne raggianti, bianco-candide, quelle interne con unghia di 4-5 mm e lembo acuto; fiori gialli, poco numerosi, con corolla lunga 4-5 mm; il frutto è un achenio di circa 1 mm.

Specie endemica della Sardegna segnalata per la prima volta nel 1933 dal botanico svizzero Emil Schmid (Schmid, 1933); considerata molto rara, vegeta esclusivamente nel settore biogeografico Sulcitano-Iglesiente su substrato granitico, da 500 fino a 1100 m di altitudine.




Castroviejoa montelinasana, Helichrysum montelinasanum, Perpetuini del Monte Linas






Castroviejoa montelinasana, Helichrysum montelinasanum, Perpetuini del Monte Linas

sopra ed a lato: Castroviejoa montelinasana

INDIETRO