ALBERI: Salicaceae
Salix alba L.
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Salicaceae

Nomi italiani: Salice bianco, Salice comune 

Nomi sardi: Sàlighe, Sàlike, Sàlixi, Sàlligi, Sarpa, Srapa, Vèsthiga

Periodo di fioritura: III-IV

Habitat: luoghi umidi, corsi d’acqua


Descrizione: albero caducifoglio alto fino a 20 m, raramente arbusto, con chioma globosa o sovente irregolarmente divisa; tronco diritto con corteccia grigiastra solcato-reticolata, talora ramificato fin dal basso; rami giovani sottili e flessibili; foglie alterne lunghe fino a 15 cm, brevemente picciolate, lanceolato-acuminate con il margine seghettato, pagina superiore verde con peli argentati, quella inferiore bianco-sericea per la presenza di una densa pelosità appressata; fiori contemporanei alle foglie portati da piante distinte, i maschili in amenti densiflori di 6-7 cm, con 2 stami, antere gialle e filamenti pelosi, quelli femminili in amenti verdastri più piccoli e lassi, con ovario glabro piriforme; i frutti sono capsule subsessili glabre di 5-6 mm che a maturità liberano semi cotonosi.

Il Salice bianco, il cui nome comune è riferito al colore bianco-sericeo delle foglie, è una pianta a rapido accrescimento che si ibrida frequentemente con Salix fragilis, più raramente con altre specie di salici, è presente in Sardegna lungo i corsi d’acqua e su terreni periodicamente inondati, vegeta dal piano fino a circa 1000 m di altitudine.



Salix alba, Salice bianco, Salighe, Salike, Salixi, Salligi, Sarpa, Srapa, Vesthiga









Salix alba, Salice bianco, Salighe, Salike, Salixi, Salligi, Sarpa, Srapa, Vesthiga

sopra ed a lato: fioritura di Salix alba




sotto: le foglie bianco-sericee inferiormente

Salix alba, Salice bianco, Salighe, Salike, Salixi, Salligi, Sarpa, Srapa, Vesthiga

INDIETRO