ALBERI: Moraceae
Ficus carica L.
Divisione: Angiospermae

Famiglia: Moraceae

Nomi italiani: Fico comune, Fico domestico

Nomi sardi: Ficu, Figu, Icu

Periodo di fioritura: VI-IX

Habitat: comunemente coltivato in numerose cultivar, cresce spontaneo (Caprifico) in zone rocciose o pietrose fino a 800 m di altitudine


Descrizione: albero caducifoglio alto fino a 10 m con densa chioma grigio-verdastra; tronco sinuoso presto ramificato con rami contorti, molto fragili; corteccia liscia e grigia; foglie grandi, talvolta oltre 20 cm, con picciolo lungo 3-6 cm e lamina palmato-lobata divisa in 3-5 lobi più o meno profondi, pagina superiore ruvida, quella inferiore con evidenti nervature; infiorescenza con numerosi piccoli fiori portati all’interno di un ricettacolo globoso o piriforme di colore variabile dal verde al nero-violaceo; i frutti sono piccoli acheni indeiscenti immersi nella polpa del ricettacolo.

La specie selvatica (Caprifico) genera infruttescenze stoppose non commestibili ma produce il polline dai fiori maschili, assenti nel fico coltivato; quest'ultimo invece, produce infruttescenze commestibili chiamate fichi e impropriamente frutti.
L’impollinazione avviene per mezzo di un piccolo imenottero (Blastophaga psenes) capace di penetrare attraverso una piccola apertura apicale (ostiolo) all’interno del ricettacolo fiorale, il quale, una volta fecondato, si accresce divenendo carnoso e zuccherino, molto apprezzato e consumato sia allo stato fresco che essiccato.
In realtà il frutto è un falso frutto (infiorescenza trasformata in infruttescenza) detto siconio che porta all’interno piccoli acheni, i veri frutti.
Per favorire la fecondazione si fanno vegetare nelle vicinanze i fichi selvatici o si innesta qualche ramo di questi sulle piante coltivate. Allo stesso scopo si usa effettuare l’antica pratica della caprificazione che consiste nell’appendere sulle piante coltivate rami con siconi maturi di Caprifico.
Il latice emesso dal fico si usava per far cagliare il latte, l’uso esterno è caustico specialmente se la sostanza lattiginosa viene esposta al sole e può provocare serie lesioni cutanee, ma sembra essere efficace contro calli, porri e verruche.




Ficus carica, Fico comune, Fico domestico, Ficu, Figu, Icu



Ficus carica, Fico comune, Fico domestico, Ficu, Figu, Icu

Ficus carica

















a lato: i siconi, le gustose infruttescenze
 
INDIETRO