ALBERI: Fagaceae
Castanea sativa Mill.
Sinonimi: Castanea vesca Gaertn.

Divisione: Angiospermae

Famiglia: Fagaceae

Nomi italiani: Castagno comune

Nomi sardi: Castanza, Kastagna, Kastàngia

Periodo di fioritura: V-VI

Habitat: zone montane su substrato preferibilmente siliceo


Descrizione: albero caducifoglio alto fino a 30 m con chioma globosa o irregolarmente espansa; tronco robusto e ramificato con corteccia di colore bruno scuro fessurata longitudinalmente; foglie verdi e lucide, lunghe fino a 20 cm, da ellittico-lineari a strettamente lineari con il margine seghettato; fiori maschili in amenti eretti bianco-giallastri, infiorescenze femminili globose disposte alla base di quelle maschili; i frutti (detti trimosi) sono cupule spinose (ricci) di 5-7 cm di diametro che a maturità si aprono in 3-4 valve, contenenti acheni indeiscenti di colore marrone scuro (castagne).

Specie presente in Sardegna nelle zone interne tra 600 e 1000 m di altitudine diffusamente coltivata per le castagne, molto apprezzate lessate, secche, arrosto o utilizzate in cucina per fare castagnacci, torte ed altre gustose pietanze.
Il legno di castagno viene impiegato in falegnameria, nella fabbricazione di botti, pali, travi e mobili rustici (ancora oggi abili artigiani costruiscono robuste cassapanche ed altri pregevoli manufatti).



sotto: gli amenti, infiorescenze maschili

Castanea sativa, Castagno comune, Castanza, Kastagna, Kastangia
Castanea sativa, Castagno comune, Castanza, Kastagna, Kastangia

Castanea sativa


Castanea sativa, Castagno comune, Castanza, Kastagna, Kastangia

sopra: le globose infiorescenze femminili
 
INDIETRO